Tutte/i noi abbiamo dei punti di riferimento, la squadra che scegliamo per costruire il nostro sogno, realizzare un progetto, sviluppare un’idea.

Quella che vi raccontiamo oggi è proprio una storia basata sull’alleanza, su un legame indissolubile: quello tra madre e figlia.

Ma è anche la storia di un brand straordinario, nato dalla collaborazione tra Luisa e Mariasofia, due donne straordinarie che insieme si uniscono in un’unica grande sinergia: quella dello studio stilistico Luisa Fortuny.

Quella di Luisa e Mariasofia è anche una storia fatta di legami, di moda sostenibile, di esplorazione di nuove culture e sfaccettature.

L’obiettivo di queste due donne è “Imparare a mettere insieme la tradizione e la novità, l’innovazione e la storicità” come loro stesse ci raccontano.

Il sogno che stanno realizzando è quello di riuscire a rendere una realtà sostenibile e etica alla portata di tutte/i.

Così, scopriamo in questa intervista a 2 voci, il cambiamento che sta avvenendo nel settore della moda nel pensiero delle persone.

Raccontami di te, della tua vita, il tuo percorso, come nasce l’idea della tua attività e qual è la sua mission?

Luisa Fortuny: Non ho ricordi di momenti che, ho pensato di fare altro, nella mia vita.

Ho sempre sentito di fare parte di questo mondo come alchimista delle stoffe in tutte le loro sfaccettature e impieghi.

Tramite una artigianalità acquisita nel tempo, sperimentando e progettando, sono stata sempre a contatto con persone che, come me amano questo settore.

Sono consapevole che la mia attività nel vestire le donne, và ben oltre l’aspetto estetico e i canoni proposti dai Trend della moda, ma è un “portare valore alla donna” che lo indossa e lo interpreta, riuscire a far emergere il meglio che la donna ha dentro interpretandolo con l’abito.

MariaSofia: ho frequentato il liceo artistico a Venezia con indirizzo grafica, durante il terzo anno mi
sono avvicinata a quello che è il mondo del design di moda grazie a mia mamma, che ho seguito
durante alcuni sui lavori all’estero, questo mi ha aperto gli occhi a un nuovo mondo e ai rapporti
esteri, a quello che riguarda il marketing e lo sviluppo prodotto/brand.


Dunque dal quarto anno, come una cosa naturale, mi sono affiancata a mia mamma per realizzare il design di un nuovo brand Shantj-Om e da qui inizia la nostra collaborazione, io nella parte del design, sviluppo brand e social media, e mia mamma dalla parte tecnica produttiva e realizzazione prodotto.


La nostra mission con Shantj-Om è creare un prodotto eco-sostenibile, etico quindi che rispetti natura e persone, che sia realizzato con materiali naturali che non creino irritazioni e siano confortevoli da indossare.


Puntando quindi sulla qualità del prodotto, su una quantità ridotta e con un prezzo abbordabile, vogliamo rendere Shantj-Om un Life style, uno stile di vita, Sostenibile, Etico e Naturale.

Che ruolo ha la moda e il mondo tessile nella tua vita? Come hai scoperto questo tuo talento?

Luisa Fortuny: Credo che il proprio talento si scopre nel momento in cui si crede e si investe in ciò che piace e gratifica, sempre coltivato con grande e minuziosa attenzione e dedizione al lavoro che questo comporta, con il tempo i risultati arrivano.

Mariasofia: la moda per me è uno sfocio di creatività, ritengo di essere una persona molto creativa e appunto la moda è uno dei miei canali per esprimere la mia arte e il mio messaggio.

Il mondo tessile secondo me ha molto da offrire e siamo arrivati al punto dove ha troppo da offrire a livello materiale, quindi per me dovrebbe diventare un’esperienza, un modo di vita, una creazione di legami tra persone.

Per quanto riguarda il mio talento, ho sempre disegnato fin quando ero piccola e quindi ho deciso di fare una scuola artistica proprio per questo. Per quanto riguarda la moda, da piccola ho sempre passato del tempo in atelier da mia mamma e già li disegnavo per passare il tempo e divertirmi, quindi mi è venuto naturale riprendere a disegnare e a sviluppare design di moda nella mia adolescenza e ora nella mia vita da giovane adulta.

E’ successo qualcosa in particolare che ti ha spinta verso questo mondo?

Luisa Fortuny: Ho avuto la possibilità di frequentare una scuola superiore che mi ha permesso di mettere le basi scolastiche su questo settore moda, dato che la mia famiglia mi ha lasciato libertà di scelta professionale.

Ho dedicato molto studio in progetti che nel tempo mi hanno portata ad avere conoscenze approfondite su molti aspetti della modellistica e realizzazione dalle taglie Over-size, al settore lingerie, al mondo del wedding, etc..

Partecipando a corsi marketing internazionale ho avuto poi la possibilità di ampliare i miei contatti e lavorare a livello internazionale conoscendo culture e tradizioni stupende.

Ho analizzato le varie evoluzioni che il mercato della moda ha compiuto negli ultimi tre decenni e ho la competenza di saper penetrare il mercato anche internazionale.

MariaSofia: come ho già detto da un lato ero già incline a questo mondo, ma non ne ero mai
convinta.

Ciò che mi convinta e spinta a scegliere questa carriera sono stati i diversi viaggi in Asia
assieme a mia mamma, che mi hanno portata a tantissime fantastiche nuove persone, piene di
novità, con una cultura diversa dalla mia, da cui volevo imparare e conoscere di più
, creare quindi
nuovi collegamenti creativi/lavorativi in tutto il mondo è una cosa che ti permette di crescere e
sapere sempre qualcosa di nuovo.

In che modo questa passione ha influito sulla tua vita? Cosa è cambiato da quando hai scoperto i tuoi talenti e le tua passioni?

Luisa Fortuny: La mia scelta precisa di intraprendere questa attività è stata dettata inizialmente, dalla volontà di imparare un mestiere di antiche origini, per evolverlo con le esigenze e utilità del nostro millennio, cogliendone tutto il valore che un’artigianalità manuale, offre.

Il mio desiderio è anche quello di tramandare questo concetto alle giovani generazioni, che possano godere della gratificazione che una attività artigianale offre.


Quando si ha la fortuna di fare un mestiere che piace, e quindi vivere della propria passione non sembra nemmeno di faticare perché si è appagati dal risultato, consapevole che ci vuole la pazienza di vederlo.

La creatività, l’ingegno, la tecnica, la manualità, la pazienza, nutrono l’anima laboriosa che ha impiegato la sua essenza.


MariaSofia: questa passione ha influito sulla mia vita in modo positivo in quanto mi ha permesso
di esprimere una delle mie parti artistiche e sviluppare nuove conoscenze
, imparare cose nuove e
scoprire un nuovo mondo; inoltre essendo che ho conosciuto questa realtà ancora quando ero a
scuola mi ha fatto vedere ciò che stavo studiando/facendo in modo diverso: mi sono resa conto
che molte cose che stavo studiando nel mondo del lavoro non erano molto utili e mi ha permesso
di vedere la realtà del lavoro.


Da quando ho scoperto i miei talenti e passioni è cambiato il modo in cui mi organizzavo la
giornata
, in quando dovevo gestirmi nel modo più ottimale tutte le cose che avevo da fare, inoltre
mi ha permesso di tenere la mia mente attiva e addestrarla a sviluppare sempre nuove soluzioni di sviluppo e organizzazione.

Quando hai iniziato ad avvicinarti a questo mondo, sapevi di cosa eri alla ricerca? Avevi programmato il percorso o lo hai costruito man mano?

Luisa Fortuny: Credo che osservando a cosa piace giocare un bambino, si individua quale è la sua propensione da adulto e nel momento in cui arriva la possibilità della scelta non essere offuscati da condizionamenti familiari, ma avere il coraggio di far emergere con dignità il proprio talento interiore che come un tesoro è lì in uno scrigno ad aspettare di essere riconosciuto.


Mi rendo conto che io sono stata fortunata di avere la scelta libera, e vedo intorno a me, donne che per rispetto dei loro genitori hanno compiuto scelte per amor loro e non per il proprio desiderio, comunque credo, che anche se in tempo posticipato, c’è sempre la possibilità di riscatto.

Come tutte le cose, è necessario costruire piano piano un successo, senza fermarsi a normali cadute, che sono a volte necessarie per apprendere, per crescere e capire bene il percorso da fare.

MariaSofia: No, non sapevo ancora in che direzione stavo andando, questo perchè mi sono
avvicinata in un periodo dove andavo ancora a scuola e quindi non sapevo ancora cosa sarei
andata a fare, non avevo un’idea chiara.


Il percorso l’ho costruito e lo stiamo costruendo man mano io e mia mamma in quanto gruppo, perché mi sono avvicinata in modo semplice, quando mia mamma ha iniziato a portarmi nei suoi viaggi di lavoro, ma senza lo scopo finale di farmi lavorare con lei, quindi è stato un divenire di cose sempre in cambiamento e sviluppo, abbiamo alcuni obiettivi si ma bisogna svilupparli e renderli reali passo per passo.

Hai un progetto attualmente? C’è qualcosa in particolare che vorresti realizzare?

Luisa Fortuny: Attualmente, stiamo seguendo diversi progetti.

Mia figlia ha iniziato a collaborare con me e con la sua fresca linfa è possibile aprire nuove porte/strade che collegano esperienza da me acquisita e tecnologia innovativa che fanno parte della sua era digitale.

Stiamo sviluppando insieme un Nuovo Brand Etico di moda per attività di yoga-meditazione e tempo libero che si chiama Shantj-Om, abbiamo anche registrato il marchio.
Stiamo avendo ottimi riconoscimenti e richieste.


Inoltre, portiamo avanti collaborazioni di sviluppo tecnico prodotto e posizionamento mercato con aziende italiane ed estere.


Da poco ho ultimato un modulo di docenza presso un Ente di Formazione che prepara donne disoccupate e in fase Start-Up Partita IVA, nel settore del tessile, al re-inserimento al momento presente del mondo del lavoro aziendale.


E’ stata un’ottima esperienza per constatare che c’è ancora molto da fare, da sperimentare, da proporre e sviluppare in questo ambito del tessile.

MariaSofia: al momento, come ho detto precedentemente, ci stiamo focalizzando sullo sviluppo di
Shantj-Om.


Inoltre svilupperemo il brand Luisa Fortuny come abbigliamento donna di un livello di alta qualità.
Uno dei miei obbiettivi è portare Shantj-Om e il suo Life style in tutto il mondo con negozi e corner in centri commerciali, portare una realtà sostenibile e etica a tutti per portare un cambiamento nel settore della moda e anche nel pensiero delle persone.


Inoltre vorrei realizzare nuovi eventi per Shantj-Om e per conoscere nuove persone, nuove realtà, nuove connessioni.

C’è qualcosa che ti diresti, potendo tornare indietro? Qualcosa che possa essere d’aiuto chi è alla ricerca della propria strada?

Luisa Fortuny: Il mio sogno nel cassetto, si sta lentamente realizzando ed è il progetto Factory Fortuny, un luogo dove ideare, creare, realizzare, sperimentare, condividere a partire dai materiali, alla possibilità di utilizzo prodotto, una intrinseca e ingegnosa attività tra i giovani e i maestri d’arte.


Se potessi tornare indietro, credo che varierei ben poco di quello che ho fatto, perché tutto quello che ci capita è necessario così come è accaduto, per arrivare ad apprendere, ed essere ciò che siamo.


L’unica cosa è, magari, credere fin da subito che ognuno è artefice del proprio destino e che la pazienza è nostra alleata.


Individuare la propria strada, viaggia a pari passo con il contesto in cui si vive, che siano familiari, amici o colleghi, tutto cresce e ha successo se avviene per tutti e soprattutto se si comprende il proprio valore nel rispetto di chi ci circonda e quindi del rispetto altrui.


“Non si cresce da soli, ma si amplifica il proprio successo, con il successo di chi crede in noi.”

MariaSofia: cosa direi a me stessa del passato, non aver paura di essere diversa o prendere un’altra strada dagli altri, non focalizzarti sul tuo dolore ma cerca nuove vie di gioia e positività, non preoccuparti perché tutto si sistema, imparerai qualcosa di molto importante che ti segnerà ma anche ti aiuterà a essere più forte, abbi fiducia in te stessa e continua a imparare dalle situazioni che ti si presentano.


Per chi sta cercando la propria strada direi: fai un’ analisi di coscienza, quindi prima di tutto cosa
mi piace fare, qual è la mia passione.

Poi scegliere un canale lavorativo che comunque mi porti un sostegno economico.

Per infine combinare le due cose, quindi un lavoro che mi porti sostegno economico ma comunque mi permetta di esprimere ciò che sono e ciò che mi piace fare, senza renderlo pesante o stressate.


Non deve essere una strada dove ogni giorno è un peso, dove non passa mai il tempo.
Inoltre potrebbe essere anche qualcosa che ti fa conoscere e scoprire nuove cose e persone.


Inoltre ritengo che nella vita si possa cambiare, quindi facendo scelte sagge senza accumulare debiti o spese ti permette anche di poter cambiare e scoprire una nuova strada.


Non sai mai cosa ti può succedere della vita, si impara sempre qualcosa di nuovo.

Infine direi di non affrettare le cose e essere sopraffatti dalle troppe cose da fare.
Fare un passo indietro e prenderle, una alla volta è la soluzione migliore, per completarle nel modo migliore e dare l’importanza a ogni esperienza.

Grazie della possibilità di esprimerci.
Luisa Fortuny e MariaSofia Segato

Studio Stilistico

International & Venice Fashion Stylist
Luisa Fortuny

Studio, Lab. & Atelier
Via Enrico Fermi, 8/A – Trebaseleghe – PD – Italy
Tel. +39 338. 599.19.65 – Fax +39 049 5796450
info@luisafortuny.com – www.luisafortuny.com

E tu, come coltivi le tue passioni e i tuoi talenti? Hai una squadra con cui condividere i tuoi sogni?

Noi crediamo fermamente che le donne insieme possono creare cose incredibili, proprio come Luisa e Mariasofia.

Queste due donne straordinarie si sono unite a “La Voce delle Donne dalla Terra al Cielo“, un cammino verso il cambiamento, verso un mondo di donne consapevoli dei propri talenti.

Se cerchi anche tu delle compagne di viaggio, unisciti a noi: “La Voce delle Donne dalla Terra al Cielo“.

Parliamo di passioni e talenti, di benessere e di crescita personale da tutti i punti di vista. Puoi entrare a far parte anche tu del nostro gruppo cliccando qui.

Organizziamo ogni anno 2 eventi per incontrarci di persona. Siamo pronte per la 3a Edizione dell’evento11 e 12 Settembre 2021 a Villa Todesco, Villa del Conte (PD).

2 giorni intensi di workshop dinamici ed immersivi, dall’Arteterapia, al Teatro, allo Yoga, alla MeditazioneSostenibilità da ogni punto di vista e molto altro. 

Clicca qui per prenotare il tuo posto!

Per due giorni ci dedicheremo completamente a noi, immergendoci nella natura.

Inoltre sarà l’occasione perfetta per conoscere altre donne con cui confrontarsi, coltivare insieme le proprie idee, passioni e talenti. E perché no? Anche per scoprirne e coltivarne di nuovi!