Alzi la mano chi ha iniziato l’anno dicendo: “voglio fare la mia parte, voglio prendermi cura del mio pianeta!”. C’è sempre più sensibilità su questo argomento e ogni giorno veniamo bombardati da articoli, statistiche e post che ci ripetono sempre le stesse cose.

Su Armonia Eventi, invece, abbiamo deciso di rispondere ad un’altra domanda: “da dove possiamo iniziare per avere uno stile di vita green e sostenibile?

In questo modo non farei solo del bene all’ambiente, ma anche a te e al resto del mondo. La sostenibilità, infatti, non riguarda solo l’ambiente, ma passa attraverso tante altre cose: il rispetto per i lavoratori, per l’attività locale, il risparmio economico, il personale benessere psico-fisico.

Ed avere una vita sostenibile è molto più semplice di quanto pensiamo, ci sono dei piccoli gesti che possiamo fare per cambiare le cose, senza rimproverarci o pensare di non fare abbastanza. Sono tutte semplici, facili, comode e a costi ridotti, se non a zero.

Un passo alla volta” è il motto di questo articolo.

Ora vediamo insieme quali sono questi primi passi per avere uno stile di vita green e sostenibile:

  • Le spese: evitiamo gli sprechi, spendiamo al meglio le nostre risorse!

Acquistiamo solo quello che ci serve, evitiamo i prodotti con imballaggi troppo complessi, le aziende che sfruttano i lavoratori o utilizzano gas nocivi nelle lavorazioni, e prediligiamo sempre prodotti di qualità e del nostro territorio.

Ripartiamo da una semplice domanda, prima di acquistare qualcosa: “Mi serve davvero?” sia che si tratti di un nuovo capo di abbigliamento, un accessorio, una confezione di biscotti, o altro. Guardiamo bene nel nostro armadio e nella nostra dispensa, controlliamo cosa abbiamo già e di cosa abbiamo davvero bisogno.

Ti consiglio di andare al supermercato solo per le cose indispensabili e, per tutto il resto, scegliere le piccole attività (il fruttivendolo sotto casa, la panetteria nel vicolo, la merceria sulla strada…). Porta sempre con te una busta riutilizzabile e evita quelle usa e getta.

Evitare gli sprechi e l’eccesso è il primo grande passo per fare la differenza.

  • La casa: fai una check-list delle cose che vuoi migliorare.

Guardiamoci intorno e scopriamo cosa c’è da sistemare nelle nostre abitudini. Anche qui ti invito a farti delle domande: faccio la lavatrice solo a pieno carico? Regolo in modo adeguato i termosifoni? Spengo sempre le luci? Stampo sempre tutto, o solo il necessario? Faccio la raccolta differenziata bene?

Non devi aggiustare per forza tutto subito, non preoccuparti! Ogni volta che noti qualcosa da migliorare, segnalo su una checklist e metti il foglio in un punto visibile della casa, ad esempio sul frigorifero.

Man mano che ti accorgi di aver sistemato le cose, spunta il tuo risultato sulla check-list. Questo ti aiuterà a prendere consapevolezza dei tuoi risultati e al contempo di imparare ad essere sempre più consapevole ed attenta ai piccoli dettagli.

Lavorerai allo stesso tempo alla tua personale organizzazione, al benessere della tua casa e delle persone che ci vivono.

E mi raccomando: riempi sempre di belle piante la tua casa, ti doneranno colore e energia.

Le piante, infatti, rendono più fresca l’aria in estate e più calda in inverno; al contempo riducono i rumori e infondono tranquillità, aiutando a concentrarci nello studio o nel lavoro. Inoltre le piante diminuiscono la polvere, assorbendo gli agenti inquinanti che si disperdono in aria.

Per ora mi fermo qui, spero che questi consigli ti saranno utili. Facci sapere come va nei commenti o sui nostri canali social.

Tornerò di nuovo qui con tanti altri consigli e, visto che è stato un articolo ricco di domande, ti lascio con un’ultima domanda: quali sono i gesti che già fai, o ti piacerebbe fare, per avere una vita green e sostenibile?

È sempre bello confrontarsi, fammi scoprire qualcosa di te!